Il locale ad uso professionale è equiparato ad una residenza secondaria. Per “residenza secondaria” si intendono tutti gli immobili costruiti (appartamenti, case, locale commerciale, professionale o industriale, ecc..) che non costituiscono la residenza principale, cioè il domicilio del proprietario vittima di un’occupazione abusiva. Per saperne di più sulle residenze secondarie occupate abusivamente.